skip to Main Content

BREXIT: E’ PROPRIO UN DRAMMA?

In questi ultimi giorni abbiamo assistito a numerosi appelli di politici europei che hanno messo in guardia sia la Gran Bretagna che l’UE sulle gravi conseguenze di un’uscita del Regno Unito dall’UE, paventando addirittura la paralisi per le istituzioni europee ed un lento declino di quanto realizzato fino ad oggi. Sinceramente, credo che si tratti di preoccupazioni eccesive anche alla…

Leggi articolo completo

IL DIRITTO AL DISSENSO

Qualche giorno fa – nel corso di un’intervista al quotidiano “Il Foglio” il magistrato Morosini – consigliere del Csm – a proposito della riforma costituzionale sulla quale gli italiani nel prossimo autunno saranno chiamati a pronunciarsi, sembra che abbia parlato di “rischio di una democrazia autoritaria”. A rincarare la dose, il magistrato avrebbe aggiunto che “se passa la riforma costituzionale,…

Leggi articolo completo

LO SCANDALO DEI NUOVI COMPENSI DEL CNF

LO SCANDALO DEI NUOVI COMPENSI DEL CNF Nella seduta dell’11.12.2015 il CNF, con una delibera ad hoc, dopo aver stabilito le modalità di rimborso delle spese sostenute dai consiglieri per l’espletamento del loro mandato, all’art. 3 stabiliva che ai componenti dell’Ufficio di Presidenza, veniva riconosciuto oltre al rimborso delle spese, un gettone di presenza per tutte le attività inerenti il…

Leggi articolo completo

RIMBORSI SPESE e GETTONI di PRESENZA per i componenti del CNF

RIMBORSI SPESE e GETTONI di PRESENZA per i componenti del CNF   Con un regolamento adottato alla chetichella, il CNF si è auto assegnato, per la prima volta nella sua storia, compensi per l’attività istituzionale svolta che partono da un minimo di 50.000 euro per vicepresidente e tesoriere ad un massimo di 90 mila euro per il presidente, passando per…

Leggi articolo completo

Le specializzazioni forensi: prima parziale modifica del regolamento

Con sentenza del 14.4.2016 il TAR Lazio ha parzialmente accolto i diversi ricorsi presentati dall’ANAI, OUA e ANF, Ordini Forensi e singoli avvocati presentati contro il regolamento specializzazioni. In particolare il TAR ha respinto in blocco ben sei dei motivi posti a base del ricorso, accogliendo solo il terzo dei motivi con il quale i ricorrenti hanno censurato l’art. 3…

Leggi articolo completo

SISTEMA GIUSTIZIA? L’ITALIA MAGLIA NERA IN EUROPA

Questo è quanto ritiene la Commissione Giustizia dell’UE che l’11 aprile scorso ha pubblicato l’annuale quadro di valutazione UE sulla Giustizia dal quale emerge che il nostro sistema è lento e farraginoso (peggio fanno solo Grecia e Malta) ma soprattutto che è molto diffusa la sfiducia nei confronti della magistratura. L’analisi è relativa al quinquennio 2010-2014. Per quanto concerne i…

Leggi articolo completo

Avvocati stabiliti e titolo di Avokat conseguito in Romania: ciò che conta è l’organo (rumeno) che lo ha rilasciato

Con una recente ordinanza (Cass. Sezioni Unite ordinanza n. 6464/16 depositata il 4/4) la Corte di Cassazione ha ribadito che possono essere riconosciuti in Italia gli iscritti che abbiano conseguito il titolo di Avokat rilasciato dalla UNBR (Uniunea Nationala a Barourilor din Romania Baroul Bucaresti), con sede in Bucarest. Nel caso specifico la Corte ha confermato la decisione del Consiglio…

Leggi articolo completo

“AVVOCATI, UN ESAME CHE NON FUNZIONA”

Così titola La Repubblica del 4.4 u.s. nell’allegato Affari e Finanza riportando alcune osservazioni fatte dall’avv. Maurizio De Tilla Presidente ANAI che ha parlato - a proposito dell’esame - di vere e proprie forche caudine ricordando, che “in base alle norme europee ci si può andare ad iscrivere all’albo degli avvocati spagnoli, bastando al rientro in Italia un semplice colloquio…

Leggi articolo completo

La CEDU e il principio del libero accesso alla giustizia

Come abbiamo scritto in una nostra nota di qualche giorno fa, la Corte EDU ha modificato il regolamento di procedura stabilendo precise norme per poter ricorrere alla Corte. Innanzitutto è previsto che ogni ricorso depositato a norma dell’art. 34 vada presentato esclusivamente su formulario fornito dalla Cancelleria. Il ricorso tra l’altro (art. 1/e) deve contenere una esposizione succinta e leggibile…

Leggi articolo completo

ADESIONE DELL’ITALIA AL BREVETTO UE

  Anche l’Italia aderisce al brevetto UE rivedendo la opposizione già svolta in passato per cui è vincolata dai regolamenti n. 1257/2012 relativo all’attuazione di una cooperazione rafforzata nel settore dell’istituzione di una tutela brevettuale unitaria e dal regolamento n. 1260/2012. In effetti non era comprensibile la netta opposizione manifestata in passato basata essenzialmente sulla scelta del regime linguistico limitato all’inglese,…

Leggi articolo completo
Back To Top
Translate »