skip to Main Content

PRONUNCIA DELLA CORTE DI CASSAZIONE EUROPEA SULLA CONSEGNA PER UN MANDATO DI CATTURA EUROPEO EMESSO SU RICHIESTA DELLA PROCURA EUROPEA

Per la prima volta, la Corte di Cassazione si è pronunciata sull’esecuzione di un mandato di arresto europeo in attuazione di un ordine di arresto emesso dalla Procura europea. La sesta sezione penale, con sentenza n. 46140 depositata il 16 dicembre, ha respinto il ricorso di un cittadino italiano destinatario di un mandato di arresto europeo per alcune indagini relative…

Leggi articolo completo

IMMUNITA’ DELLA SANTA SEDE: PRIMA PRONUNCIA DELLA CEDU SUL VATICANO

La Corte europea dei diritti dell’uomo è intervenuta nuovamente su una questione incentrata sul diritto di agire in giudizio e la regola dell’immunità degli Stati esteri dalla giurisdizione civile. Con la sentenza depositata il 12 ottobre nella causa J.C. e altri contro Belgio, la Corte di Strasburgo ha dato ragione al Belgio i cui tribunali avevano respinto il ricorso di…

Leggi articolo completo

PROTOCOLLO D’INTESA TRA IL CNF E LA PROCURA EUROPEA

Cari Colleghi, In una comunicazione inviataci dal CNF ci si informa che è stato sottoscritto un protocollo d’intesa tra CNF e Procura europea (EPPO) che qui vi allego in copia. Può darsi che l’abbiate letto anche voi ma colgo l’occasione per ricordare brevemente come sia nato questo organismo, quali ne siano le competenze, quali gli obiettivi “Per il raggiungimento delle…

Leggi articolo completo

UN NUOVO ERGASTOLO OSTATIVO?

Il M5S ha depositato un disegno di legge che ha per obiettivo di disciplinare “un nuovo ergastolo ostativo” orientato di fatto a neutralizzare le indicazioni della CEDU e della Corte Costituzionale sulla incompatibilità della pena detentiva gravata da una assoluta ostatività. Tale proposta “stellata” a differenza del ddl del PD presenta profili incompatibili con la Costituzione. In perfetta sintonia con…

Leggi articolo completo

I TEMPI DA LUMACA DELLA GIUSTIZIA ITALIANA

Come giurista e come cittadino non posso nascondere ancora una volta la mia indignazione difronte ai mali del nostro sistema giudiziario. Più di una volta gli avvocati sono stati accusati di voler ritardare i tempi della giustizia, senza capire quale ne potrebbe essere l’interesse. Anche nel caso della prescrizione di un processo – civile o penale che sia - essa…

Leggi articolo completo

ENNESIMO CASO DI ESCLUSIONE DELL’IMMUNITA’ DIPLOMATICA

La Corte d’Appello per il distretto della Columbia con sentenza depositata il 27 luglio 2021 nel caso Lusik Usoyan et al. c/ Repubblica di Turchia ha chiarito che i tribunali statunitensi possono pronunciarsi sul risarcimento dei danni dovuto ad alcuni manifestanti che erano stati colpiti dalle forze di sicurezza turche mentre protestavano pacificamente innanzi all’Ambasciata turca a Washington. La Corte…

Leggi articolo completo

IL DIRITTO A CONOSCERE LE PROPRIE ORIGINI

Esaminando un caso verificatosi qualche tempo fa, la Cassazione è tornata ad occuparsi del diritto a conoscere le proprie origini. E lo fa con ordinanza n. 22497 del 9 agosto 2021 con la quale stabilisce che il diritto di conoscere l’identità della madre da parte della figlia, nata da parto anonimo, deve essere contemperato con la volontà della madre di…

Leggi articolo completo

IMMUNITA’ DELLA GIURISDIZIONE

In una fase come la nostra in cui i rapporti tra gli Stati si sviluppano su diversi livelli, è importante porre un limite a quelle situazioni in cui gli Stati agiscono in un altro Stato come soggetti privati non esercitando alcun potere di imperio. In questo caso non si può più parlare di immunità diplomatica per cui eventuali contestazioni a…

Leggi articolo completo

SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE E RISCHI PER IL MINORE: UNA INTERPRETAZIONE DELL’ART. 13 DELLA CONVENZIONE DELL’AJA SULLA SOTTRAZIONE INTERNAZIONALE DEI MINORI.

La Corte di Appello inglese (Civil division) si è occupata recentemente dell’applicazione dell'articolo 13 della Convenzione dell’Aja sulla sottrazione internazionale dei minori del 25 ottobre 1980. I Giudici inglesi hanno ritenuto che nell’ordinare il ritorno in Norvegia della bambina che viveva con il padre le autorità nazionali non avevano considerato in modo adeguato la lettera b) dell’art. 13, in base…

Leggi articolo completo

PROTEZIONE UMANITARIA E PERMESSO DI SOGGIORNO PER CALAMITA’

Il principio è stato affermato dalla I Sezione Civile della Suprema Corte con l’ordinanza n. 2563/20, depositata il 4 febbraio. Il caso. Il Tribunale di Ancona aveva respinto il ricorso proposto da un cittadino del Bangladesh avverso il provvedimento con cui la Commissione territoriale aveva a sua volta rigettato la domanda di protezione internazionale proposta, con esclusione della sussistenza dei presupposti…

Leggi articolo completo
Back To Top
Translate »