skip to Main Content

Vero o falso?

E’ vero che la ripresa è già iniziata, come ha esordito recentemente il nostro ministro Padoan? Mario Draghi, capo della BCE, a un convegno a Tel Aviv ha affermato che la ripresa è evidente nell’ eurozona ma successivamente, difronte alla Commissione del Parlamento, ha corretto il tiro affermando in particolare che gli interventi della BCE sono ancora necessari a tener…

Leggi articolo completo

Alle urne! Alle urne!

In queste ultime settimane sembra che il PD abbia raggiunto un accordo con altre forze politiche per partorire una legge elettorale che consenta di andare alle elezioni. Ufficialmente, il sig. Renzi – nella sua veste di segretario del PD – aveva assicurato che avrebbe appoggiato il governo attuale fino alla fine naturale della legislatura ma sembra che dietro le quinte…

Leggi articolo completo

La tragedia di Rigopiano: un disastro annunciato

Alle distruzioni seguite al terremoto che ha devastato l’anno scorso molti borghi dell’appennino centrale, provocando centinaia di vittime si è aggiunta la tragedia dell’hotel di Rigopiano crollato a seguito di un’enorme valanga che si è abbattuta come un maglio sulla struttura che ha trovato sul suo percorso seppellendo per sempre decine di turisti ospitati nell’albergo. Ventinove persone che il 18…

Leggi articolo completo

A rischio l’Osservatorio Balcani e Caucaso

Nei giorni scorsi si è aperta a Rovereto una vertenza sindacale che riguarda il futuro dell’Osservatorio Balcani e Caucaso, uno dei principali portali di approfondimento in Europa, a seguito della richiesta del proprietario della testata giornalistica di una riduzione drastica del personale che mette a repentaglio il progetto europeo, che hanno a cuore migliaia di persone, di costruire una Europa…

Leggi articolo completo

IMMIGRATI, UNA RISORSA DA 100 MILIARDI

Così scrive la Repubblica del 20 marzo. Una risorsa preziosa per tutti, in quanto contribuiscono alla crescita del PIL nazionale. Soprattutto nel settore dei lavori domestici mentre i contributi versati all’INPS sono utili anche a pagare le pensioni di migliaia di italiani. Insomma, una presenza indispensabile al futuro del paese – scrive il giornale – “altrimenti destinato a spegnersi inesorabilmente”.…

Leggi articolo completo

PUNTO E A CAPO

L’UE nel 60° anniversario della sua nascita, rischia di dissolversi clamorosamente perdendo di vista il suo obiettivo storico: costruire una federazione di Stati europei decisi a marciare assieme nella prospettiva della nascita di uno Stato federale, gli Stati Uniti d’Europa. Era questo l’obiettivo indicato dai fondatori dell’allora MEC. Purtroppo, la UE nel corso della sua storia, ha già conosciuto diversi…

Leggi articolo completo

NON E’ PIU’ TEMPO DI PROMESSE

Quest’anno cade il 60° anniversario della firma del Trattato di Roma istitutivo della Comunità Economica Europea della CECA e dell’EURATOM. E’ inutile dire che lo Stato dell’Unione presenta notevoli criticità anche dopo la “secessione” della Gran Bretagna senza nascondere che proprio quest’ultima comincia ad accusare i colpi di questa decisione non meditata a fondo. Una sorta di Risiko che non…

Leggi articolo completo

PER GRAZIA RICEVUTA

Dopo la pesante condanna inflitta all’Italia dalla Corte EDU con sentenza del 23.2.2016 che non solo accertava le violazioni della Convenzione commesse dall’Italia ma suonava come aperta condanna delle istituzioni italiane, del Governo in primo piano che ha abusato del segreto di Stato favorendo l’impunità dei responsabili e poi dell’allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che concesse la grazia a…

Leggi articolo completo

LA QUESTIONE IRLANDESE RITORNA DI ATTUALITA’

Avevamo accennato alle difficoltà che il Governo inglese sta affrontando per la decisione di uscire dall’UE. Ma altre nubi si stanno addensando sulle scelte sconsiderate del governo inglese. E’ vero che, contrariamente alle previsioni di recessione dopo il voto del 23 giugno, la Gran Bretagna ha chiuso l’anno con il secondo tasso di crescita più forte del G7, dietro solo…

Leggi articolo completo

L’EUROPA A DUE VELOCITA’?

E’ un’ipotesi lanciata dalla Cancelliera tedesca Merkel. Si tratterebbe in effetti di distinguere, in seno alla Unione, i paesi che già sono avanzati sulla strada dell’integrazione e paesi di recente entrati a far parte dell’U.E.. Se così fosse, certamente l’ipotesi non è accettabile in quanto verrebbe a creare un principio di discriminazione in seno all’U.E.. Di fatto, le decisioni che…

Leggi articolo completo
Back To Top
Translate »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi