skip to Main Content

d. l. n. 172 del 6.11.2008 – misure urgenti di tutela ambientale in Campania

Decreto legge 6.11.2008 n. 172 (misure straordinarie per fronteggiare l’emergenza nel settore dello smaltimento dei rifiuti nella regione Campania, nonché misure urgenti di tutela ambientale)
Proseguendo sulla strada della decretazione di urgenza, il Governo ha varato recentemente una serie di misure dirette a fronteggiare l’emergenza nel settore dello smaltimento dei rifiuti in Campania. Sulla legittimità costituzionale del decreto già si sono espressi negativamente autorevoli rappresentanti istituzionali ed un paio di ex Presidenti della Corte Costituzionale. In effetti, con sempre maggior frequenza, anche per superare il dibattito parlamentare, il Governo in carica sta facendo ricorso alla formula della decretazione d’urgenza, giustificando tale procedura con il richiamo a situazioni di emergenza. Anche in questo caso, come si legge nel preambolo, si fa riferimento allo “stato di emergenza” (dichiarato sempre dal Governo) e dalla necessità di “garantire una maggiore incisività della disciplina sanzionatoria in materia di diritto ambientale”.

Partiamo proprio da questo ultimo punto su cui si sono appuntate le maggiori critiche. L’art. 6 del decreto lett. a) prevede la sanzione della reclusione fino a tre anni e sei mesi per chi, in modo incontrollato o presso siti non autorizzati, “abbandona, scarica, deposita sul suolo o nel sottosuolo o immette nelle acque superficiali o sotterranee rifiuti pericolosi, speciali ovvero rifiuti ingombranti domestici e non…”. ..

Leggi l’articolo completo:

Misure urgenti di tutela ambientale in Campania

Translate »
Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi