skip to Main Content

RECOVERY FUND: INCERTO ANCORA L’OK PER IL RECOVERY PLAN ITALIANO

Solo venerdì sera, dopo lunghe telefonate tra il Capo del governo italiano e il Presidente della Commissione Europea arriva un sofferto SI’ nella notte. “Ne valeva la pena!” dichiara Draghi, non nascondendo la sua soddisfazione. Ma il documento andrà illustrato in Parlamento per cui non è detto che non ci saranno altre sorprese. In effetti c’è stato bisogno di tutta l’autorevolezza…

Leggi articolo completo

ERGASTOLO OSTATIVO INCOSTITUZIONALE

Il 24 Marzo u.s. la Corte Costituzionale si è pronunciata per l’illegittimità costituzionale delle disposizioni di cui agli artt. 4-bis e 58-ter dell’ordinamento penitenziario nella parte in cui escludono che il condannato all’ergastolo, per delitti commessi avvalendosi delle condizioni di cui all’art. 416-bis cod. pen. ovvero al fine di agevolare l’attività delle associazioni ivi previste, che non abbia collaborato con…

Leggi articolo completo

MINACCIA DI CONFLITTO PER L’ACQUA NEL CORNO D’AFRICA

Dai primi giorni di novembre la regione del Tigré è sconvolta da un conflitto tra milizie irregolari tigrine e le forze governative etiopiche che il 29 novembre sono riuscite ad entrare a Makallé, capoluogo della regione settentrionale, isolando la regione e bloccando le comunicazioni. Il commissario UE per la gestione della crisi, Janez Lenarcic ha esortato il governo etiope a…

Leggi articolo completo

DRAGHI vs. ERDOGAN e l’EUROPA

La scorsa settimana, nel corso di una conferenza stampa, Draghi ha assunto una posizione molto dura sul leader turco: “non condivido il comportamento di Erdogan nei confronti della Presidente della Commissione Europea, mi è dispiaciuto moltissimo per l’umiliazione che ha dovuto subire” aggiungendo subito dopo “con questi dittatori, chiamiamoli per quello che sono…..uno deve essere franco nell’esprimere la propria diversità…

Leggi articolo completo

AFFRONTO DEL DESPOTA ERDOGAN  ALL’UE

Doveva essere un incontro, quello fissato mercoledì 6 u.s. tra una delegazione dell’UE e il presidente turco Erdogan che arrivava dopo un anno difficile dei rapporti a seguito dell’intensificarsi del giro di vite sulle libertà e i diritti civili da parte del governo turco. L’appuntamento in Turchia era stato preparato dal portavoce di Charles Michel, Presidente del Consiglio d’Europa. Accanto…

Leggi articolo completo
Translate »
Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi